Archive for the 'Segnalazioni' Category

Pubblicità progresso

Efficace e divertente (via booksblog)

Annunci

I Bellocchio

Ieri sera sono andato al cinema per vedere Vincere, l’ultimo film di Marco Bellocchio in corsa per la Palma d’Oro a Cannes. Ma non è di questo che voglio parlare. E’ che stamattina mi sono imbattuto (solo virtualmente) nella nipote di Bellocchio, Violetta. Trentaduenne, carina (dalla foto), scrittrice esordiente, ha pubblicato un romanzo ambientato in Versilia e soprattutto ha trovato un modo divertente di promuoverlo. Se compri il suo libro, ti fai la foto col libro in mano e conservi lo scontrino fiscale, quando Violetta Bellocchio passa per la tua città ti invita a prendere un cappuccino e brioche con lei. Se compri 3 copie del libro, Violetta ti inviterà a passare una serata insieme, al cinema, a ballare. Se di copie ne compri da 5 a 10, allora Violetta ti invita a un pranzo a casa sua con i suoi genitori. Se compri da 11 a 20 copie, avrai diritto a un tour in Versilia nei luoghi del libro e naturalmente Violetta ti accompagnerà e ti farà da cicerone. A parte che un sacco di gente, me compreso, si starà chiedendo che succede se uno compra 21 copie del libro, l’idea mi sembra davvero spassosa. Sperando che Violetta sia di parola. Ah, il libro si intitola Sono io che me ne vado ed è pubblicato da Mondadori.

P.S. Al cinema ieri sera c’era anche Anna Finocchiaro. Ci deve volere molta determinazione per fare una cosa normale come andare al cinema un sabato sera mentre fuori impazza (letteralmente) la campagna elettorale. Complimenti senatrice. 

E se io ti dico di buttarti al fiume?

Dichiarazione odierna di Berlusconi, irritato con la stampa italiana:

dichiarazione Corriere

Benvenuto mr. Obama

Prendo in prestito le parole che José Saramago ha usato per commentare il discorso di insediamento di Barack Obama e ve le traduco (l’originale qui).

DA DOVE?

Da dove viene fuori quest’uomo? Non sto chiedendo di dirmi dove è nato, chi erano i suoi genitori, che studi ha fatto, che progetto di vita ha disegnato per sé e per la sua famiglia. Tutto ciò più o meno lo sappiamo, ho qui la sua autobiografia, libro serio e sincero, oltre a essere scritto in maniera intelligente. Quando chiedo da dove è venuto fuori Barack Obama sto manifestando la mia perplessità su come questo tempo che viviamo, cinico, senza speranza, tenebroso, terribile sotto mille punti di vista, abbia generato una persona (è un uomo, poteva essere una donna) che alza la voce per parlare di valori, di responsabilità personale e collettiva, di rispetto per il lavoro e perfino per la memoria di coloro che ci hanno preceduto nella vita. Questi concetti, che una volta furono il cemento della migliore convivenza umana, hanno sofferto per molto tempo il disprezzo dei potenti, gli stessi che a partire da oggi (siatene certi), vestiranno in fretta il nuovo modellino e grideranno in tutti i toni “Pure io, pure io.”  Barack Obama, nel suo discorso, ci ha fornito ragioni (le ragioni) per non lasciarci ingannare. Il mondo può essere migliore di questo a cui sembriamo essere stati condannati. In fondo, ciò che Obama è venuto a dirci è che un altro mondo è possibile. Molti di noi lo dicono già da molto tempo. Forse è l’occasione buona per cercare di metterci d’accordo sul modo e la maniera. Per cominciare.

Minimalismo

natalect

Da queste parti la crisi deve aver colpito anche i creativi.

P.S. Secondo voi quel “ci stiamo lavorando” è una promessa o una minaccia?

Dicono di noi

Il clima di ferragosto in Italia e del ponte festivo in Argentina ci fanno propendere per buone e istruttive letture. Vi segnalo quindi un articolo apparso oggi su El País dal titolo emblematico Hacia la berlusconización de Europa. L’articolo è di Zouhir Louassini, marocchino, giornalista di Rai News 24.

Quattro calci al lavoro

Una miscela esplosiva: un italiano, un argentino e un brasiliano con un pallone in un ufficio al 27.mo piano. E una povera segretaria…

Il video fa parte della campagna commerciale Rexona Futwork che ho trovato tramite eBlog di Leandro Zanoni. Se volete allentare la tensione in attesa della partita di domenica con la Spagna, guardate anche quest’altro video, semplicemente esilarante. 


MigraTwitter

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Per contattarmi

pippopisano@yahoo.com
Chi sta sveglio e chi dorme

Visitato

  • 71,350 volte

MigratorePics

Archivi

Add to Technorati Favorites
counter create hit