Un oggetto… benedetto!

E’ arrivato il momento di svelare il mistero che da qualche giorno turba il sonno dei lettori di qua e di là dell’oceano. Un po’ mi dispiace perché mi stavo facendo due risate con le vostre ipotesi divertenti e fantasiose. L’Oscar dell’immaginazione va assegnato a parimerito a Vanessa e a Lidia, ma bisogna dire che neanche Nardi scherza. Però il bel gioco, si sa, dura poco, e quindi bisogna rivelare la soluzione del rompicapo.

Ma come fare a trovare una maniera che non sia banale?

Come al solito, mi è venuto in aiuto Nicola. Ieri pomeriggio, inconsapevole, mi ha invitato a casa sua – nella ormai mitica terrazza – a bere uno spritz, noto aperitivo alcolico di origine austroungarica (caspita, questo non lo sapevo!). Ho accettato volentieri l’invito: so già che Nicola è un collaudato preparatore di spritz portegni, fatti col Campari, vino bianco, soda, limone e ghiaccio.

All’improvviso un’illuminazione, una grande idea: Nicola è all’origine di questo bailamme intercontinentale, Nicola svelerà in prima persona l’enigma. Sono passato al supermercato del coreano e mi sono presentato a casa sua col vino bianco, le patatine e… la macchina fotografica.

Bando alle chiacchiere, siete pronti? rullo di tamburi… ed eccolo qui Nicola in azione con l’oggetto misterioso:

nicola.jpg

Ebbene sì, si tratta proprio di un cavatappi!!! C’era arrivato per primo Francesco e poi anche Paolo. Bravi, complimenti.

Lo so che state storcendo il naso, un cavatappi? ma come può essere? Vi giuro che funziona, ci vuole un po’ di pazienza ma funziona davvero. Le lamelle di metallo si inseriscono tra la bottiglia e il tappo e poi lo tirano fuori come una pinza. Per i più dubbiosi ecco un secondo scatto ravvicinato

cavatappi.jpg

Resta il dubbio sull’origine di quest’oggetto. La teoria di Nicola è che tutto ciò che è relazionato col vino – compreso questo tipo di cavatappi – in Argentina lo abbiamo portato noi italiani o gli spagnoli. Se qualcuno ha delle notizie più certe si faccia avanti.

Comunque vi assicuro che lo spritz di ieri era buonissimo (e anche il malbec rosso dell’asado dell’altra volta). Benedetto il cavatappi! 

Annunci

3 Responses to “Un oggetto… benedetto!”


  1. 1 Francesco 19 marzo 2008 alle 9:49 pm

    Complimenti a Nicola per lo sprizz, una delle cose di cui un veneto sente di più la mancanza quando è in giro per il mondo, insieme alla grappa.

  2. 2 Extracomunitaria 20 marzo 2008 alle 12:02 pm

    lo spritz é una delle cose che mi mancherá di piú quando me ne andró dall’italia.
    e neanche in messico esiste quell’oggetto…sará artigianale.

  3. 3 Vanessa 27 marzo 2008 alle 7:51 am

    Sono stata 6 giorni a Londra per pasqua alla ricerca forsennata di un oggetto misterioso che potesse competere con il tuo… ma mi dichiaro vinta 😦
    Grazie per la rivelazione dell’arcano!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




MigraTwitter

marzo: 2008
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Per contattarmi

pippopisano@yahoo.com
Chi sta sveglio e chi dorme

Visitato

  • 71,209 volte

MigratorePics

Archivi

Add to Technorati Favorites
counter create hit

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: