L’oggetto misterioso

oggetto-misterioso.jpg

L’oggetto della foto io non l’avevo mai visto prima. Come potete facilmente immaginare, a farmelo conoscere è stato Nicola, impagabile compagno di scoperte di cose strane e di oggetti per gusti fini e un po’ old fashion. Ed è stato proprio Nicola a usarlo davanti a me e a un gruppo di amici in una gradevole notte di mezza estate, in attesa della carne che stava rosolando sulla parrilla nel terrazzo di casa sua. Insomma, io sto’ coso non l’avevo mai visto prima, né in Italia, né in Brasile, né in Argentina. E per diritto di nazionalità, mi azzardo ad affermare che in Italia non esiste. Voi ne avete mai visto uno? qualche idea? Si accettano scommesse…

P.S. Ovviamente l’amico blogger tano che era presente quella sera è pregato di astenersi o di fare uno dei suoi commenti spassosi.

 

Annunci

22 Responses to “L’oggetto misterioso”


  1. 1 tanoka 13 marzo 2008 alle 7:53 pm

    va beh…ma cosí mi si censura…

    peccato, avevo un sacco (!?) di idee sulle origini dell’oggetto in questione. Aspetto allora di leggere i suggerimenti degli altri lettori..

  2. 2 Pietro 14 marzo 2008 alle 12:21 am

    Ciao Pippo,
    interessante l’oggetto. A prima vista sembrano essere delle pinze per prendere o smuovere le braci o il carbone ardente… se cosi è… esistono anche in Italia. Non le avevo mai viste ben conservate in un cilindro di legno intagliato.
    Se non fossero pinze per le braci… allora saranno qualcosa d’altro.
    Ciao

  3. 3 nardi 14 marzo 2008 alle 6:08 am

    …certo che usarlo davanti a tutti… ma che gente frequenti.

  4. 4 il migratore clandestino 14 marzo 2008 alle 9:24 am

    Non ci siamo ragazzi! Tanoka era presente e quindi è meglio che non rovini il gico. Pietro, sei stato ingannato dalla prospettiva e hai travisato le dimensioni: l’oggetto in questione misura appena 10 cm. Riprova, sarai più fortunato! Nardi, l’ha usato proprio davanti a tutti e il bello è che c’è anche piaciuto!!!!!

  5. 5 Pietro 14 marzo 2008 alle 10:05 am

    OK Pippo,
    allora potrebbe essere uno strumento musicale. In questo caso e’ la prima volta che lo vedo e in tutti posti dove ho vissuto o che ho visitato non ne ho mai visto uno prima. Se e’ cosi… hai ragione: non esiste in Italia.

    Adesso meglio che torni al lavoro. Ciao

  6. 6 Vanessa 14 marzo 2008 alle 12:05 pm

    Cavolo anche io mi ero immaginata una roba alta un metro e mezzo…
    Allora forse una è pinzetta per i peli del naso :-))))))))
    Baci da Berlino
    Vanessa

  7. 7 pina 14 marzo 2008 alle 12:17 pm

    Non azzardo ipotesi, voglio altri indizi!

  8. 8 Natalia 14 marzo 2008 alle 1:58 pm

    … ma i porta incensi esistono in Italia…
    io getto la spugna.

  9. 9 il migratore clandestino 14 marzo 2008 alle 9:30 pm

    Bene bene, il gioco comincia a farsi interessante. Mi ricorda il giochino di Raffaella di qualche anno fa in cui bisognava indovinare quanti fagioli c’erano dentro a un barattolo. Vabbè, meglio che non mi monti la testa…
    Pietro, non è uno strumento musicale e il fatto che tu che hai abitato in posti veramente strani non lo riconosca la dice lunga sulla stranezza di quest’oggetto.
    Vanessa (è sempre un grande piacere sentirti!), apprezzo la tua presenza di spirito ma non è neanche una pinzetta per i peli del naso. E poi ti immagini il padrone di casa che usa una pinzetta per i peli del naso per intrattenere gli amici prima di cena? Mi pare antropologicamente improbabile.
    Natalia, in effetti non è neanche un porta incenso ma non gettare la spugna così presto.
    In fondo non è difficile. Ma visto che Pina, facendosi interprete dei sentimenti e delle inquietudini del vasto uditorio, chiede altri indizi… altri indizi siano. E’ proprio facile. Provate a pensare: che ci poteva fare Nicola quella sera con quest’aggeggio in mano, davanti a tutti gli amici in attesa della carne alla griglia, tra una chiacchera e l’altra, se non…

  10. 10 vanessa 16 marzo 2008 alle 11:47 am

    Ma questo non e’ un indizio nuovo! Ce lo avevi gia’ detto!
    Dicci almeno se quell’affare dentro che pare una pinza bisogna tirarlo fuori dal contenitore per usarlo o se si usa tutto insieme cosi’ come e’ nella seconda foto.
    Per me voi a Buenos Aires, mentre aspettate che l’asado sia pronto, cantate, bevete, parlate e fumate, ma per nessuna di queste azioni mi sembra utile il coso…
    Diccelo!

  11. 11 il migratore clandestino 16 marzo 2008 alle 5:00 pm

    Fuoco, fuochino, Vanessa. Qui a Buenos Aires, mentre aspettiamo l’asado facciamo più o meno le cose che dici tu, sembri proprio pratica (quando vieni faremo un asado in tuo onore). E il coso serve proprio per una delle 4 azioni che tu hai elencato (voglio essere buono: ricordati che non fumo!).

  12. 12 il migratore clandestino 16 marzo 2008 alle 5:03 pm

    Sì, dimenticavo. Per usarlo bisogna tirar fuori quella specie di pinza e…

  13. 13 Cele 16 marzo 2008 alle 5:25 pm

    Embé? Che é ?

  14. 14 lidia 17 marzo 2008 alle 8:53 am

    … non fumi, non è uno strumento musicale, e non mi sembra che possa servire in una conversazione. Rimane bere.
    Potrebbe essere un affare all’interno del quale si mette una sostanza liquida alcolica, dopo aver tirato fuori e riscaldato quelle specie di pinze in metallo, che, incandescenti conferiscono alla sostanza alcolica non so quale particolare sapore…? visto che ti è pure piaciuto?
    Che stres… mi sono stancata solo a pensarci, ma non ho resistito alla tentazione di partecipare

  15. 15 il migratore clandestino 17 marzo 2008 alle 10:12 am

    Elementare, (Lidia) Watson! Sei quella che c’è andata più vicino. Però ti ha tradito la tua fervente immaginazione. In realtà è molto più semplice. L’ora di svelare l’arcano si avvicina…

  16. 16 Francesco 17 marzo 2008 alle 12:29 pm

    A questo punto e grazie agli indizi disseminati dai vari commenti che mi hanno preceduto, azzardo un’ipotesi: è un cavatappi!

  17. 17 nardi 17 marzo 2008 alle 11:08 pm

    non me di’ che è una pinza per il ghiaccio perché vengo là e te stacco la testa!! ipotesi più chic: è un giratoio per il martini dry, “stirred, not shaken”. il mio nome è bond. pippo bond. 😉

  18. 18 Paolo 18 marzo 2008 alle 9:00 am

    Cavatappi, per me è un cavatappi.
    Abracos,
    Paolo

  19. 19 nardi 18 marzo 2008 alle 12:35 pm

    …ovviamente “te stacco la testa” non va preso alla lettera…

  20. 20 il migratore clandestino 18 marzo 2008 alle 12:36 pm

    Uh, Nardi, siamo passati alle minacce. Non c’è bisogno di scaldarsi tanto anche perché non è una pinza per il ghiaccio. Entro domani troverò la maniera di svelare il mistero. Intanto goditi la festa (fai la festa, no?), magari metti da parti una fetta di torta con le 10 candeline e auguri!!!

  21. 21 vanessa 18 marzo 2008 alle 1:36 pm

    una pinzetta per piluccare durante l’aperitivo?
    un dispositivo anti-ossidazione che funziona come anodo sacrificale per proteggere la fragranza del vino?
    uno strumento di tortura per zittire gli ospiti troppo loquaci dandogli dei pizzichi zotto il tavolo?
    un reggi-bicchiere per abbeverarsi dai tipici calici senza fondo argentini?
    pippo… non ci vuoi togliere il sonno, vero?

    p.s. ma la parte di legno serve a qualcosa o e’ solo una custodia?

  22. 22 nardi 18 marzo 2008 alle 10:29 pm

    no, proprio festa festa no… ma ad ogni modo non useremmo mica ste cose _ambigue_ che usi tu, ché noi siamo gente beneducata, tz! 😀


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




MigraTwitter

marzo: 2008
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Per contattarmi

pippopisano@yahoo.com
Chi sta sveglio e chi dorme

Visitato

  • 71,337 volte

MigratorePics

Archivi

Add to Technorati Favorites
counter create hit

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: