Notizie dal fronte 2

Sempre sul giornale d’epoca che ho comprato l’altro giorno, accanto alle notizie dal fronte europeo, sulla prima pagina spicca il seguente titolo: Damonte Taborda ferito in duello dal signor Diaz Vieyra. Vale la pena leggere la cronaca. “Ieri a mezzogiorno, si è svolta la sfida cavalleresca tra il direttore di Cabildo (il nome del giornale che pubblica la notizia, ndr) don Santiago Diaz Vieyra e Raúl Damonte Taborda, determinata da una pubblicazione del quotidiano “Crítica” a firma di Damonte Taborda, in cui si offendeva il signor Diaz Vieyra. In conseguenza di detto incontro cavalleresco, realizzato con spade da combattimento, Damonte Taborda  è risultato ferido da due stoccate all’avambraccio destro”. L’oggetto del contendere era stato una serie di accuse politiche del Vieyra al Taborda, che tra l’altro era un ex deputato, a cui lo stesso Taborda aveva replicato in maniera dura con una lettera sul giornale. L’articolo prosegue con la descrizione dettagliata dei preparativi del duello, con tanto di padrini, messaggi rituali e scelta delle armi. Viene riportato perfino un primo tentativo frustrato dall’arrivo di tre macchine della polizia che impediscono ai contendenti di procedere nella disputa. Finalmente, il giorno dopo, a mezzogiorno, i due riescono nel loro intento. Anche qui vale la pena seguire la cronaca. “Alle 11 di ieri, nel luogo scelto dai rappresentanti del signor Diaz Vieyra si sono riuniti i duellanti accompagnati dai loro padrini e assistenti. Lì erano attesi dal direttore della sfida, signor Capitano don Roberto Lullo, il quale ha stabilito le condizioni per lo svolgersi dell’incontro. A tal fine è stato delimitato un campo di 30 metri e sono state sorteggiate le armi con cui si sarebbe svolto il duello e il sorteggio ha favorito i rappresentanti del signor Vieyra, i quali hanno scelto le spade da combattimento di proprietà del signor Baron Lancia di Brolo. I duellanti, dopo essere stati ubicati a torso nudo al centro del campo, sono stati invitati dal direttore della sfida, secondo i precetti abituali, a riconciliarsi. Entrambi si sono negati. Dato l’ordine di iniziare il combattimento con il tradizionale “A voi!”, il signor Diaz Vieyra al grido di “Viva la Patria!” ha attaccato impetuosamente l’avversario obbligandolo a retrocedere i quindici metri del suo terreno prima dei trenta secondi del primo assalto. In tali circostanze il direttore della sfida ha disposto che i medici accertassero l’entità delle ferite ricevute da Damonte Taborda, chiaramente avvertite dopo le due rapidissime stoccate. In seguito alla dichiarazione degli assistenti che hanno attestato che le ferite del signor Damonte Taborda gli impedivano di continuare a combattere, il direttore della sfida ha dichiarato la sua conclusione invitando i contendenti alla riconciliazione, a cui entrambi si sono negati”. Era il 6 agosto del 1943, a Buenos Aires.

Annunci

2 Responses to “Notizie dal fronte 2”


  1. 1 stefano 31 gennaio 2008 alle 6:32 pm

    Che sorpresa questa notizia! Io mi sto occupando di un disegnatore, scrittore e uomo di teatro argentino-francese, che forse conosci: Copi. Ebbene: quel Raul Damonte Taborda di cui parli era suo padre (Copi si chiamava Raul Damonte Botana)! Davvero una curiosa notizia, che mi piacerebbe riportare (sia pure appena accennata) in un libro che sto curando proprio su di lui. Se non ti dispiace, puoi mandarmi la scannerizzazione di questo articolo che citi (o metterla nel blog)? E mi confermi che è uscita su “Cabildo” del 7 agosto 1943? Ma che giornale era questo “Cabildo”? Damonte era un progressista, quindi forse questo Vieyra era un reazionario? Grazie!

  2. 2 il migratore clandestino 31 gennaio 2008 alle 9:15 pm

    Ciao Stefano, sono particolarmente contento del tuo commento. Uno scrive delle cose sul blog, magari pensando che non interesseranno nessuno e poi invece… Allora, ti confermo che la notizia è pubblicata su Cabildo di sabato 7 agosto 1943. I due contendenti chiaramente militavano su fronti politici opposti. Nella lettera di Taborda che cito nel post, lui definisce Cabildo (e il suo direttore Diaz Vieyra) un organo “de conocida filiación anti-institucional y anti-democrática”. Come puoi immaginare le condizioni “fisiche” del giornale non sono le migliori ma provo a passarlo allo scanner e te lo mando. Buon lavoro e auguri per il libro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




MigraTwitter

gennaio: 2008
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Per contattarmi

pippopisano@yahoo.com
Chi sta sveglio e chi dorme

Visitato

  • 71,209 volte

MigratorePics

Archivi

Add to Technorati Favorites
counter create hit

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: