Di cosa si parla in Italia?

Claudio, argentino, mi ha chiesto l’altroieri come va in Italia, di cosa si parla. La prima cosa che mi è venuta in mente è stato il tema della sicurezza. Qualche anno fa ho avuto il piacere di conoscere personalmente Livio Pepino, magistrato torinese ed ex segretario di Magistratura Democratica. Eravamo in Brasile e avevamo organizzato delle attività per discutere delle politiche giudiziarie, del crimine organizzato, pubblica sicurezza e diritti umani. In quell’occasione ho potuto apprezzare la lucidità delle analisi di Livio Pepino, oltre alle sue qualità umane. Ho trovato un suo editoriale sul numero di ottobre della rivista Narcomafie in cui parla del pensiero unico, di questi tempi prevalente, in tema sicurezza. Che, come tutti i pensieri unici, rischia quantomeno di essere fuorviante. Ve lo propongo, se volete potete leggerlo qui.

TechnoratiTechnorati: , ,

Annunci

1 Response to “Di cosa si parla in Italia?”


  1. 1 aldana rondini 18 gennaio 2008 alle 5:42 pm

    soy nieta de patricio rondini , que nacio e ancona, vino a la argentina siendo muy joven no enuentran su prtida de nacimiento, y solo eso me falta para mi ciudadania por lo que me es de urgencia tener ese dato,nacionb en el año 1866


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




MigraTwitter

ottobre: 2007
L M M G V S D
« Set   Nov »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Per contattarmi

pippopisano@yahoo.com
Chi sta sveglio e chi dorme

Visitato

  • 71,217 volte

MigratorePics

Archivi

Add to Technorati Favorites
counter create hit

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: