Aspettando le rondini

parco-portegno.jpg

Con pochissimo anticipo sul calendario, a Buenos Aires finalmente sembra essere arrivata la primavera. Infatti, da qualche giorno, le temperature massime in città superano i venti gradi. Era ora, verrebbe da dire, dopo aver trascorso questo lungo inverno che sembrava non volesse andarsene più e che ha perfino regalato ai portegni lo spettacolo del tutto inusuale di una nevicata. Insomma, il peggio sembra essere passato, i balconi cominciano a riempirsi di fiori e gli alberi sono pieni di nuovi germogli. Tutto quello che di solito accomuniamo all’idea dell’incipiente primavera. Ma, un momento, e le rondini? Ho alzato gli occhi al cielo ma niente, neanche l’ombra di una rondine, di un rondone, di un balestruccio. Sarà che a queste latitudini il binomio rondine-inizio della primavera non funziona?

TechnoratiTechnorati: , , ,


Eppure in Argentina le rondini esistono. Anzi tra le specie appartenenti alla famiglia degli Irundinidi (quella delle rondini vere e proprie) e quelle appartenenti alla famiglia degli Apodidi (quella dei rondoni, che comunemente vengono confusi con le rondini) si sommano ben 23 specie presenti. Ho chiesto un po’ in giro (rischiando di esser preso per un tipo, come dire, eccentrico) e mi hanno confermato che anche in Argentina, all’inizio della primavera, i bambini a scuola fanno i disegnini e imparano le poesie sulle rondini. Ne ho trovato conferma anche frugando su internet. Ho addirittura scoperto una cittadina chiamata Villa Ventana, a qualche centinaio di chilometri a sud di Buenos Aires, che sembra essere una delle destinazioni preferite da queste simpatiche migratrici in arrivo dall’emisfero nord. A Villa Ventana, tra l’altro, tutte le strade prendono il nome di varie specie di uccelli (martin pescador, colibri, carpintero, etc.) e ogni anno, in ottobre, si celebra una festa in onore delle rondini, La Fiesta de la Golondrina. Vi consiglierei di dare un’occhiata al sito di Villa Ventana in cui le rondini raccontano in prima persona la loro vita di migratrici dalla California all’Argentina. In fondo sono più di 12 mila chilometri di volo, forse le rondini sono ancora in viaggio ed è questione di avere un po’ di pazienza.

Annunci

0 Responses to “Aspettando le rondini”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




MigraTwitter

settembre: 2007
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Per contattarmi

pippopisano@yahoo.com
Chi sta sveglio e chi dorme

Visitato

  • 71,338 volte

MigratorePics

Archivi

Add to Technorati Favorites
counter create hit

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: