Contro la pena di morte

Tra alcune ore – a Buenos Aires saranno le otto di sera e in Italia l’una di notte – nello stato del Texas il boia tornerà al suo macabro lavoro. Leggo la notizia su El País. Il giovane afroamericano Johnny Ray Conner, 32 anni, condannato per un omicidio commesso nel 1998 durante una rapina, sarà ammazzato con un’iniezione letale. Per lo stato del Texas sarà l’esecuzione numero 400 da quando, nel 1976, venne reintrodotta la pena capitale. Il portavoce del governatore ha respinto con sarcasmo la richiesta di moratoria giunta dall’Unione Europea, come riporta l’Unità. Non ho nessun commento da fare.

Annunci

1 Response to “Contro la pena di morte”


  1. 1 piccolaelisewin 23 agosto 2007 alle 9:56 am

    dopo quello che è successo so che servirà a poco ma facciamo anche il “poco” che possiamo per Kennet.
    http://www.kennethfoster.it/index.html
    Grazie.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




MigraTwitter

agosto: 2007
L M M G V S D
« Lug   Set »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Per contattarmi

pippopisano@yahoo.com
Chi sta sveglio e chi dorme

Visitato

  • 71,338 volte

MigratorePics

Archivi

Add to Technorati Favorites
counter create hit

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: